22 Maggio 2024
News
percorso: Home > News > CRONACA

A Roma un uomo spara davanti a Palazzo Chigi, feriti due carabinieri

29-04-2013 15:32 - CRONACA
Roma (RM). I Media locali non hanno quasi parlato d´altro, ed in poche ore ha fatto il giro del mondo la notizia che ha violentemente scosso l´Italia intera nel corso della mattinata di domenica 28 aprile, quando un uomo, presumibilmente in preda allo stato di disperazione in cui versava per la perdita del lavoro e la separazione con la moglie, si è avvicinato a Palazzo Chigi a Roma (RM), mentre al Quirinale stavano prestando il giuramento il nuovo Capo del Governo Enrico Letta e gli altri politici nominati per amministrare il paese, e, nel momento in cui i militari presenti davanti al palazzo gli hanno intimato di fermarsi, ha aperto il fuoco con otto colpi di pistola ferendo in modo grave due carabinieri al collo e ad una gamba e sfiorando una donna incina. Relativamente all´identità e alla salute mentale dell´uomo, ritratto nelle fotografie dei Media con un´evidente espressione sofferente sul volto e con i denti digrignati, si è parlato molto in queste ultime ore. Di lui si conosce per certo il nome, Luigi Preiti, l´età, 49 anni, e le origini calabresi, nonostante vivesse attualmente ad Alessandria. Ciò che invece ancora è velato da mistero sarebbe il movente che ha spinto l´uomo, un muratore rimasto disoccupato e separatosi dalla moglie, ad effettuare questo insano gesto. Di lui i Media nazionali hanno ipotizzato di tutto e di più. C´è chi ha affermato che si tratterebbe di un uomo con disturbi mentali, chi ha parlato di un semplice atto di disperazione, chi di premeditazione, chi di un´azione guidata da qualcun´altro e chi ipotizza che non abbia agito da solo e poi le parole del fratello "non ci sentivamo da Agosto dello scorso anno, ma avevo notizie tramite nostra madre che mi ha confermato che stava bene. Mi scuso personalmente con le famiglie dei carabinieri e con l´Italia intera". Ed in tutta questa vicenda anche l´ex moglie di Preiti avrebbe smentito qualsiasi ipotesi di insabità mentale dell´ex marito. Qualsiasi sia stato il momente reale, dunque, quel che è certo è che, ancora una volta, a pagarne le conseguenze sono stati due innocenti, due carabinieri, con l´unica "colpa" di prestare servizio in quell´istante davanti a Palazzo Chigi. Si tratta del brigadiere Giuseppe Giangrande, 50 anni, e del carabiniere scelto Francesco Negri, 30 anni. Nel corso delle ore i bollettini medici hanno comunicato la notizia che non siano in pericolo di vita, nonostante le condizioni siano gravissime e la prognosi resti ancora riservata. Giangrande è infatti tuttora ricoverato in prognosi riservata per una ferita al collo con probabili lesioni alla colonna vertebrale, mentre il carabiniere scelto Negri è ferito gravemente alla gamba. Di Luigi Preiti si sa quanto hanno raccontato in queste ore amici e familiari, che lo descrivono come una brava persona senza precedenti penali, portato probabilmente a questo folle gesto da un periodo di disperazione che, dopo la perdita del lavoro e la separazione dalla moglie, lo aveva fatto tornare da Alessandria nuovamente in Calabria, a Rosarno, ad abitare con la madre. Ed in queste ore non sono naturalmente mancati anche i commenti da parte di varie rappresentanze del popolo italiano, sia tramite i Media che tramite i principali social network, decisamente scissi tra chi afferma che il gesto di Preiti sia solo il primo di possibili altri gesti di disperazione di un popolo in cui la percentuale di disoccupazione aumenta al pari delle tasse e dove i politici sembrano non accorgersene, ed invece coloro che condannano la violenza a prescindere, ancora speranzosi nonostante l´evidente situazione di crisi in cui versa il Paese intero. Italia ancora una volta spaccata in due, dunque, in un Paese in ci si riesce ad indignare, arrabbiare ed unirsi per una partita di calcio, ma dove non ci si riesce a compattare per cambiare lo stato di cose, dove ci si lamenta di politici, tasse e Governo, ma si accettano impassibili tutte le misure, seppur spesso pesanti, da esso adottate, e dove anziché unirsi tutti assieme per uscire da questo stato di cose ci si fa la "guerra tra poveri", distogliendo l´attenzione dai problemi reali. La sociologia studia questo fenomeno sottolineando un modo di agire da parte dei Governi secondo la teoria racchiusa nel motto latino "divide et impera", dividi il popolo e governa, e forse ci stanno riuscendo. (Foto internet)



-
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Informativa generica ai sensi dell´art. 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali per raccolta dati tramite internet.

In ottemperanza ai principi di correttezza, legittimità e chiarezza, ai fini di dare effettiva tutela alla Sua riservatezza, ai sensi dell´art. 13, comma 1, del "Codice in materia di protezione dei dati personali", ed in relazione ai dati personali da Lei inviati, Le forniamo le seguenti informazioni.

1. Dati oggetto di trattamento: i dati personali oggetto di trattamento sono quelli indicati nel modulo da Lei compilato nella pagina web di registrazione. Si tratta di dati personali facoltativamente conferiti in occasione della interazione di cui si intende essere parte. I dati oggetto di trattamento sono generalmente di natura comune. Nell´eventualità in cui l´interessato dovesse facoltativamente segnalare dati di natura sensibile (mai richiesti) si segnala che i suddetti dati saranno trattati nel rispetto delle particolari cautele definite dal codice privacy (d.lgs 196/03).

2. Finalità del trattamento: il trattamento dei dati personali da Lei liberamente forniti persegue le finalità funzionali all´organizzazione, gestione e partecipazione all´attività e ai servizi offerti di cui intende usufruire, ivi incluse le comunicazioni che si rendessero necessarie al fine di fornirle informazioni riguardanti le modalità di partecipazione. I dati saranno trattati per dare esecuzione a obblighi contrattuali o per adempiere a Sue specifiche richieste. I dati potranno essere archiviati al fine di mantenere i riferimenti e per garantire una adeguata efficienza in caso di eventuali contatti successivi o reclami. I dati personali conferiti potranno essere trattati per la gestione di eventuali contenziosi e per adempiere agli obblighi previsti da leggi, regolamenti o normative comunitarie, nonché da disposizioni delle autorità competenti.


3. Modalità del trattamento: il trattamento sarà svolto con strumenti elettronici e manuali da parte di personale e collaboratori appositamente incaricati in modo da garantire la loro sicurezza e riservatezza. Alcuni trattamenti potranno essere gestiti anche da soggetti terzi, con sede in Italia e/o all´estero, ai quali la nostra società affida talune attività, integralmente o in parte, funzionali alla fornitura dei servizi sopra citati. I soggetti terzi, designati quali responsabili esterni del trattamento, ricevono opportune istruzioni per garantire la riservatezza dei dati e la loro sicurezza. I soggetti terzi sopra citati sono inclusi principalmente nelle seguenti categorie: Società e studi di consulenza in materia di marketing, fornitori di servizi tecnologici, ecc... (l´elenco è disponibile presso i nostri uffici). E´ esclusa la cessione a terzi per finalità diverse ed i dati personali raccolti non saranno diffusi. Il trattamento avrà una durata non superiore a quella necessaria alle finalità per i quali i dati sono stati raccolti sempre in ottemperanza agli obblighi di natura civilistica, fiscale e tributaria vigenti.


4. Facoltatività del conferimento dei dati: il rilascio dei dati è facoltativo. Un eventuale mancato conferimento dei dati provocherà l´impossibilità di usufruire in tutto o in parte di quanto richiesto.

5. Titolare: Titolare del trattamento è la Ditta Tic Web Tv con sede in Piazza Mascagni n. 9 ad Ivrea (TO) CAP 10015


6. Diritti: lei ha diritto di accedere in ogni momento ai dati che la riguardano e di esercitare gli altri diritti previsti dall´art. 7 del Dlgs 196/2003 (in calce). Allo stesso modo può chiedere l´origine dei dati, la correzione, l´aggiornamento o l´integrazione dei dati inesatti o incompleti, ovvero la cancellazione o il blocco per quelli trattati in violazione di legge, o ancora opporsi al loro utilizzo per motivi legittimi da evidenziare nella richiesta. L´interessato può esercitare tali diritti, nonché richiedere ogni ulteriore informazione nel merito del trattamento svolto, scrivendo al Responsabile interno presso la nostra sede o a: redazione@ticweb.it


OPZIONE ISCRIZIONE NEWSLETTER

Oltre a quanto sopra esposto, previa Sua esplicita richiesta e manifestazione di libero e facoltativo consenso, la Ditta Tic Web Tv, fino alla revoca dello stesso, perseguirà il fine di inviarle informazioni commerciali a mezzo dell´indirizzo e-mail da Lei indicato. Lei potrà revocare il consenso fornito per tali finalità in qualsiasi momento contattando il titolare o il responsabile indicato. Il consenso per il trattamento e la finalità di cui al presente punto non è obbligatorio. A seguito di un eventuale diniego i Suoi dati saranno unicamente trattati per le sole finalità indicate nella scheda informativa.


Art. 7 d.lgs 196/03
Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti

1. L´interessato ha diritto di ottenere la conferma dell´esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L´interessato ha diritto di ottenere l´indicazione:
a) dell´origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell´art. 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L´interessato ha diritto di ottenere:
a) l´aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l´integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l´attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestatamene sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4. L´interessato ha diritto ad opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano ai fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
Informativa privacy aggiornata il 12/07/2023 08:31
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
generic image refresh

cookie