23 Luglio 2024
News
percorso: Home > News > POLITICA

Ivrea: Consiglio comunale "infuocato"

04-02-2013 17:10 - POLITICA
Ivrea (TO). Consiglio comunale decisamente "infuocato" quello di Ivrea (TO) del 4 febbraio 2013, a partire dal numero e tipologia di interpellanze presentate che, di certo, non le hanno ´mandate a dire´ al Sindaco Carlo Della Pepa. Tra gli animi più accessi quello del Consigliere Bruno Tegano, con una serie di interpellenze che nulla hanno lasciato al caso. Di seguito riportiamo i testi delle interpellanze presentate.


- Interpellanza ZTL e verbali. Premesso che nel 2012 nella ZTL sono state elevati verbali per un totale di 5.022 con una media
giornaliera di quasi 14 al giorno e che ognuna prevedeva un ammenda media di 84 euro.
Considerato che il dato appare sproporzionato al numero degli abitanti ed alla relativa conoscenza
del sistema attuato
Il sottoscritto consigliere comunale Bruno Tegano
interpella il Sindaco e la Giunta Comunale
per conoscere:
? se tutti i verbali sono stati pagati regolarmente
? la suddivisione in fascia oraria di tali verbali
? la suddivisione per residenti e non
? se i verbali si riferiscono a privati cittadini o operatori commerciali
? se non ritiene opportuno segnalare con ulteriori cartelli, ben visibili nelle ore serali e
notturne, la ZTL con indicazione anche dell´importo del verbale

- Interpellanza: applicazione TARES nel comune di Ivrea. Premesso che l´introduzione della Tares porterà ad un aumento della spesa per i cittadini di almeno
trenta centesimi a metro quadrato
considerato che la TARES finanzierà il servizio dei rifiuti urbani e la copertura dei costi di altri
servizi
Il sottoscritto consigliere comunale Bruno Tegano interpella il sindaco per conoscere:
? in che misura effettiva ed in percentuale si pagherà di più
? se attualmente il pagamento Tarsu è regolare e se vi sono dei morosi
? se saranno mantenute le attuali agevolazioni previste
? se i problemi di raccolta della differenziata, in particolare della plastica, comporterà ulteriori
costi per i cittadini

- Interpellanza parcheggi a pagamento. Premesso che nella città di Ivrea vi è in vigore da anni la gestione delle strisce blu a pagamento
Il sottoscritto consigliere comunale Bruno Tegano
interpella il sindaco per conoscere:
? Quanti sono i metri quadrati adibiti a parcheggio con strisce blu ed il loro numero
? Quanto costa la sola manutenzione delle strisce blu
? Quante sono state nel 2012 e nel mese di gennaio 2013 le multe elevate nelle strisce blu
? Quanti i metri quadrati a parcheggio libero ed i posti auto
? Quanti posti auto per diversamente abili di pubblico utilizzo
? Quanti posti auto, nelle piazze e nelle strade, riservati esclusi disabili
? Quali tipo di versamento effettua la società al Comune mediamente per ogni posto auto
? Quali tipi di imposte e/o tasse sono a totale carico della società di gestione e se ciò
comprende il pagamento della TARSU per le aree comunali concesse in uso alla società per la
gestione della sosta a pagamento dei veicoli.
? Se per le auto ibride, benzina e motore elettrico, o a solo motore elettrico sono previste
esenzioni o riduzioni a norma delle vigenti leggi sulle strisce blu.

- Interpellanza riduzione corse autobus. Considerato che le linee giuda sul trasporto pubblico locale ha comportato per Ivrea e dintorni la
soppressione delle corse serali, netta riduzione delle corse per il mese di agosto e riduzione di
frequenza delle linee 1, 1B, 3 e 4 nella fascia 9,00 alle 11,00 portando l´intervallo di transito da
mezzora ad un´ora comportando con ciò una riduzione di circa il 6% a partire dal giugno 2012 delle
corse a causa di tagli di trasferimento fondi a livello nazionale e conseguente rimodulazione a
livello regionale
considerato l´aumento degli abbonamenti e dei singoli biglietti
Il sottoscritto consigliere comunale Bruno Tegano
Interpella il Sindaco e la Giunta Comunale
per conoscere, se dai dati in possesso dell´amministrazione pubblica:
? ciò a portato ad un aumento dell´uso dell´automobile da parti dei privati
? a creato disagi alla popolazione anziana del territorio
? quali iniziative sono state assunte e saranno decise per limitare comunque l´uso delle
auto private

- Interpellanza Movicentro Ivrea. Quanto ci costi? Considerato che l´edificio del Movicentro di Ivrea è utilizzato esclusivamente come biglietteria
delle ferrovie e del trasporto locale
considerato che rimangano vuoti ben tre locali
Il sottoscritto consigliere comunale Bruno Tegano
Interpella il Sindaco e la Giunta Comunale
per conoscere:
? quanto costa giornalmente la gestione di questo manufatto
? quanto costano giornalmente gli ascensori comprese le manutenzioni ordinarie e
straordinarie
? quanto versano alle casse comunale i titolari delle biglietterie
? quanto costa il riscaldamento dei locali
? per quale motivo non sono stati concessi in comodato o a canone promozionale ad
associazioni o nuove imprese giovanili per un periodo determinato
? quali sono i progetti per il futuro di tale struttura
? se la passerella di collegamento è stata collaudata e se sono emerse problematiche di
tipo strutturale
? perchè non si interviene ulteriormente per sistemare le reti anti-piccioni che
continuano a rendere indecorosa la struttura

- Interpellanza tappa giro d´Italia ad Ivrea.

Considerato che dalla notizie apparse sulla stampa locale la tappa del giro d´Italia ad Ivrea avrà un
costo per le casse del territorio di circa 200 mila euro
che attualmente il comune di Ivrea ha stanziato circa 50 mila euro
che non si è costituito un comitato
che non c´è nessuna certezza del contributo regionale
che non vi è ombra di sponsor locali
Il sottoscritto consigliere comunale Bruno Tegano
Interpella il Sindaco e la Giunta Comunale
per conoscere:
? per quale motivo l´amministrazione ha annunciato la tappa come cosa quasi fatta nei
mesi scorsi
? quali sono le vere scadenze per avere una certezza della tappa ciclistica ad Ivrea
? se si è costituito un regolare comitato per analizzare i reali costi
? se le incombenze amministrative di competenza comunale sono rispettose dei tempi
programmati
? se si conoscono i potenziali sponsor dell´evento
? se il sindaco non ritiene utilizzare eventuali disponibilità economiche degli operatori
locali per altre iniziative per esempio il Carnevale o attivare borse di studio e/o stage
per giovani di Ivrea.

- Accesso diretto ai documenti in entrata ed uscita attraverso l´accesso al protocollo,
alla posta elettronica ed a qualsiasi archivio elettronico.

Premesso
che l´art. 12, comma 1, dello statuto comunale recita che: "I Consiglieri comunali,
singolarmente od in gruppo, hanno diritto di iniziativa, di intervento e di conoscenza di fatti
o atti connessi all´espletamento delle loro funzioni nei modi stabiliti dalla legge."
che l´art. 30 del regolamento del consiglio comunale: "Al fine di programmare l´attività
consiliare, di consentire a tutti gli aventi titolo di presentare proposte di deliberazione e di
evitare omissioni, la Giunta comunale egli Uffici provvedono tempestivamente ad informare
il Consiglio di tutte le scadenze e gli adempimenti per l´adozione di atti deliberativi
consiliari, indotti da norme legislative, statutarie e regolamentari, da convenzioni e contratti
e dalle richieste di altri Enti pubblici, precisando le conseguenze della loro mancata
adozione e se la Giunta comunale intende presentare proposte di deliberazione in merito."
che l´art. 48, comma 1, del regolamento del consiglio comunale: " I Consiglieri comunali
hanno diritto di prendere visione e di ottenere copia dei documenti nonché di ottenere tutte
le altre notizie e informazioni in possesso dell´Amministrazione, utili all´esercizio del
mandato. "
considerando che:
? la trasparenza dell´attività dell´amministrazione non è solo quella verso la
cittadinanza ma in primis verso i propri amministratori
? i servizi web avanzati non riguardano solo la parte dei cittadini
? l´evoluzione informatica attuale permette di attuare quanto previsto da questa
proposta specie nella città di Ivrea che si propone come territorio informatico
Il consiglio comunale impegna il sindaco e la giunta
a stabilire, in accordo con gli uffici amministrativi, entro tre mesi da questa mozione, le
modalità tecniche ed operative affinchè il singolo consigliere possa accedere direttamente,
attraverso i sistemi più moderni e sicuri al protocollo comunale ed alle singole email della
posta elettronica ed a qualsiasi archivio elettronico per tutte le attività indicate in premessa.

- Mozione legalità e degrado Bellavista. Premesso che in un´assemblea pubblica tenutesi nel quartiere Bellavista, promossa
dall´associazione Bellavista Viva, sono emerse una serie di problematiche nel quartiere che
già erano segnalate in un documento in possesso dell´amministrazione comunale in cui si
legge:
? " ... alcuni edifici risultano fortemente degradati e creano un reale pericolo sia per gli
occupanti che per la popolazione."
? "... difficoltà nella raccolta differenziata..."
? " degrado campo basket, campo pallavolo... sporcizia e rifiuti... estrema pericolosità
dell´area ex campo di calcetto... se non si affronta con la decisione necessaria si apre
la strada ad altri abusi e illegalità"
? "... parte del centro civico attualmente chiusa con catena e lucchetto da un gruppo di
abitanti (un altro segnale per riportare il rispetto della legalità)."
? "... parcheggio selvaggio."
? "... rapine, aggressioni, scippi (l´ultimo poco prima di Natale)
? "... il parco giochi è degradato e non utilizzabile... monopolio dei cani..."
Il consiglio comunale impegna il sindaco e la giunta, entro trenta giorni dall´approvazione di
tale mozione,
? di verificare urgentemente la veridicità di quanto affermato
? di intervenire con tempestività al fine di risolvere quanto effettivamente verificato
impegna il presidente del Consiglio
? di convocare un consiglio comunale aperto nel quartiere Bellavista in cui possono
prendere la parola e proporre iniziative i residenti del quartiere.

- Mozione per finanziamento carnevale di Ivrea

Premesso che i fondi per il Carnevale di Ivrea tendono a diminuire col passare del tempo
che sulla stampa è apparsa la proposta del sindaco della richiesta di 2 euro per ogni
partecipante alla manifestazione
che sulla stessa stampa è apparsa la notizia per cui un imprenditore locale aveva già avviato
i contatti per il recupero di circa 20.000 euro
Sempre dalle notizie sulla stampa è emerso che è mancato il tempo necessario per
concretizzare queste ipotesi
Il consiglio comunale impegna il sindaco e la giunta, entro sessanta giorni dall´approvazione
di tale mozione,
? di attivare un formale pubblico appello agli operatori economici sotto forma di bando
od altra iniziativa analoga
? di concordare con tutte le parti del Carnevale un tavolo di confronto per verificare un
piano finanziario in collaborazione con i privati attraverso la struttura deputata alla
gestione del Carnevale qual è la Fondazione

-
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Informativa generica ai sensi dell´art. 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali per raccolta dati tramite internet.

In ottemperanza ai principi di correttezza, legittimità e chiarezza, ai fini di dare effettiva tutela alla Sua riservatezza, ai sensi dell´art. 13, comma 1, del "Codice in materia di protezione dei dati personali", ed in relazione ai dati personali da Lei inviati, Le forniamo le seguenti informazioni.

1. Dati oggetto di trattamento: i dati personali oggetto di trattamento sono quelli indicati nel modulo da Lei compilato nella pagina web di registrazione. Si tratta di dati personali facoltativamente conferiti in occasione della interazione di cui si intende essere parte. I dati oggetto di trattamento sono generalmente di natura comune. Nell´eventualità in cui l´interessato dovesse facoltativamente segnalare dati di natura sensibile (mai richiesti) si segnala che i suddetti dati saranno trattati nel rispetto delle particolari cautele definite dal codice privacy (d.lgs 196/03).

2. Finalità del trattamento: il trattamento dei dati personali da Lei liberamente forniti persegue le finalità funzionali all´organizzazione, gestione e partecipazione all´attività e ai servizi offerti di cui intende usufruire, ivi incluse le comunicazioni che si rendessero necessarie al fine di fornirle informazioni riguardanti le modalità di partecipazione. I dati saranno trattati per dare esecuzione a obblighi contrattuali o per adempiere a Sue specifiche richieste. I dati potranno essere archiviati al fine di mantenere i riferimenti e per garantire una adeguata efficienza in caso di eventuali contatti successivi o reclami. I dati personali conferiti potranno essere trattati per la gestione di eventuali contenziosi e per adempiere agli obblighi previsti da leggi, regolamenti o normative comunitarie, nonché da disposizioni delle autorità competenti.


3. Modalità del trattamento: il trattamento sarà svolto con strumenti elettronici e manuali da parte di personale e collaboratori appositamente incaricati in modo da garantire la loro sicurezza e riservatezza. Alcuni trattamenti potranno essere gestiti anche da soggetti terzi, con sede in Italia e/o all´estero, ai quali la nostra società affida talune attività, integralmente o in parte, funzionali alla fornitura dei servizi sopra citati. I soggetti terzi, designati quali responsabili esterni del trattamento, ricevono opportune istruzioni per garantire la riservatezza dei dati e la loro sicurezza. I soggetti terzi sopra citati sono inclusi principalmente nelle seguenti categorie: Società e studi di consulenza in materia di marketing, fornitori di servizi tecnologici, ecc... (l´elenco è disponibile presso i nostri uffici). E´ esclusa la cessione a terzi per finalità diverse ed i dati personali raccolti non saranno diffusi. Il trattamento avrà una durata non superiore a quella necessaria alle finalità per i quali i dati sono stati raccolti sempre in ottemperanza agli obblighi di natura civilistica, fiscale e tributaria vigenti.


4. Facoltatività del conferimento dei dati: il rilascio dei dati è facoltativo. Un eventuale mancato conferimento dei dati provocherà l´impossibilità di usufruire in tutto o in parte di quanto richiesto.

5. Titolare: Titolare del trattamento è la Ditta Tic Web Tv con sede in Piazza Mascagni n. 9 ad Ivrea (TO) CAP 10015


6. Diritti: lei ha diritto di accedere in ogni momento ai dati che la riguardano e di esercitare gli altri diritti previsti dall´art. 7 del Dlgs 196/2003 (in calce). Allo stesso modo può chiedere l´origine dei dati, la correzione, l´aggiornamento o l´integrazione dei dati inesatti o incompleti, ovvero la cancellazione o il blocco per quelli trattati in violazione di legge, o ancora opporsi al loro utilizzo per motivi legittimi da evidenziare nella richiesta. L´interessato può esercitare tali diritti, nonché richiedere ogni ulteriore informazione nel merito del trattamento svolto, scrivendo al Responsabile interno presso la nostra sede o a: redazione@ticweb.it


OPZIONE ISCRIZIONE NEWSLETTER

Oltre a quanto sopra esposto, previa Sua esplicita richiesta e manifestazione di libero e facoltativo consenso, la Ditta Tic Web Tv, fino alla revoca dello stesso, perseguirà il fine di inviarle informazioni commerciali a mezzo dell´indirizzo e-mail da Lei indicato. Lei potrà revocare il consenso fornito per tali finalità in qualsiasi momento contattando il titolare o il responsabile indicato. Il consenso per il trattamento e la finalità di cui al presente punto non è obbligatorio. A seguito di un eventuale diniego i Suoi dati saranno unicamente trattati per le sole finalità indicate nella scheda informativa.


Art. 7 d.lgs 196/03
Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti

1. L´interessato ha diritto di ottenere la conferma dell´esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L´interessato ha diritto di ottenere l´indicazione:
a) dell´origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell´art. 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L´interessato ha diritto di ottenere:
a) l´aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l´integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l´attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestatamene sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4. L´interessato ha diritto ad opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano ai fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
Informativa privacy aggiornata il 12/07/2023 08:31
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
generic image refresh

cookie