21 Aprile 2024

Ivrea: L´ospedale di Ivrea è un luogo sicuro? E´ sicuro che potrebbe entrare chiunque...

Dopo il caso del ventenne che molestava i pazienti dell´ospedale d´Ivrea è esploso il problema della sicurezza dell´ospedale. Paradossalmente, "grazie" a questo episodio si è colta l´occasione per porre al centro del dibattito una tematica seria ed importante come quella degli accessi incontrollati nelle strutture pubbliche, di cui, quelli in ospedale data la criticità dei servizi erogati, sono i più pericolosi. Ad oggi, l´ingresso nelle strutture pubbliche è per la maggior parte dei casi non soggetto ad alcun tipo di controllo e se ci concentriamo sull´ospedale di Ivrea, è possibile raggiungere anche luoghi interdetti al pubblico senza troppe difficoltà. I pericoli a cui vengono esposti i pazienti e gli operatori sono molteplici, dalla "banale" contaminazione causata dalle suole delle scarpe sporche fino a potenziali sabotaggi intenzionali di strumenti e apparati. Sulla carta vi sono tutta una serie di misure cautelative atte proprio a prevenire tutta una serie di scenari di pericolo, ad esempio l´accesso ad alcune zone è soggetto a orari prestabiliti, in alcuni reparti l´accesso avviene previa verifica d´identità tramite interfono, in alcuni luoghi è necessario indossare indumenti sterili usa e getta ma sostanzialmente non c´è nessuna figura che si occupa di verificare che tali procedure vengano applicate. Su questo tema non parlo di certo per sentito dire, ma ho un esperienza diretta duplice sia lavorativa sia come "ospite". Mi è capitato negli anni di dover raggiungere zone dell´ospedale poco note, e per raggiungerle, a parte qualche dritta della reception non mi restava che procedere per tentativi tra i vari reparti alla ricerca della persona indicata come riferimento. Il mio girovagare era legato a motivi lavorativi, dovevo effettuare degli interventi di manutenzione su alcune macchine da ufficio, ma vi lascio immaginare ad un ipotetico terrorista lasciato libero di girovagare per l´edificio che danni potrebbe fare! Sicuramente un controllo più serrato potrebbe aiutare a contenere il problema, normando gli accessi con badge sulle porte oppure in caso di visite non prevedibili, accompagnare il soggetto per tutta la durata della sua permanenza. Per quanto riguarda invece la mia esperienza da "ospite indiretto", vi racconto quanto è accaduto durante la degenza della mia compagna nel reparto maternità. Il reparto maternità, situato al 5° piano dell´ospedale è ovviamente dedicato alle donne incinte in procinto di partorire ed ospita al suo interno anche il nido per i neonati. Pur essendo un reparto estremamente positivo nonché nuovo, è un luogo in cui per i motivi che potete immaginare è importante garantire un alto livello di privacy e tranquillità. Proprio per questo ci sono degli orari prestabiliti per le visite, è provvisto di un citofono per gli ingressi extra orario, i mariti o compagni delle gestanti non posso rimanere di notte nelle stanze. Questo è nuovamente solo sulla carta perché il controllo è blando se non del tutto inesistente ed effettuato da personale a cui non compete. Ma andiamo al sodo, il periodo di tempo che passa dal parto alla dimissione dall´ospedale è normalmente di tre giorni salvo complicazioni. Le stanze sono quasi tutte doppie ed ovviamente le pazienti si alternano in un continuo ricambio. Dopo due giorni dal parto della mia compagna, un posto della stanza viene riassegnato ad una donna in procinto di partorire e qui iniziano i problemi. I suoi parenti, circa una quarantina di persone, si accampano nell´atrio del reparto iniziando un banchetto a base di birra e pizza. Dalla nostra stanza inizia un via vai di persone con turni di 10- 15 persone che saturano la piccola stanzetta finendo oltre il telo di separazione. Ci tengo a ricordare che il numero massimo consentito dovrebbe essere di 2/3 persone per non disturbare le "coinquiline". Il via vai si estende anche al corridoio è arriva quasi in sala parto nel momento in cui il parto è prossimo. Il servizio igienico della stanza diventa ad uso pubblico, infrangendo le più basilari norme sanitarie, in special modo data la situazione delle donne nel post-parto. Il pargolo nasce e iniziano i festeggiamenti che andranno avanti ore prima che qualcuno faccia notare loro che l´orario di visita finiva alle 22:00 mentre ormai si erano fatte le 23:30.(Questo dettaglio mi è stato raccontato dalla mia compagna perché io alle 22:00 ho lasciato il reparto). E´ notte fonda quando la mia compagna sente una voce maschile nella stanza, è il marito della vicina che violando ogni norma di buon senso e regolamento elegge una sedia a giaciglio per passare la nottata. Fortunatamente era il nostro ultimo giorno in ospedale e la mattina successiva facemmo le valige e abbandonammo la stanza. Nel mentre non ho potuto fare a meno di notare che la culla lasciata vuota diveniva parco giochi per bambini ben più grandi che, dotati di scarpe, usavano il materassino come tappeto elastico. Insomma lascio a voi ogni deduzione. In ogni caso questa spiacevole parentesi non inficia in nessun modo sulla qualità e sulla professionalità delle figure che abbiamo incontrato in questo breve soggiorno, rendendo il reparto maternità dell´ospedale d´Ivrea uno dei migliori del Piemonte. Certo una revisione della sua sicurezza è oggi più doverosa che mai.

Pierre Blasotta

-
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Informativa generica ai sensi dell´art. 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali per raccolta dati tramite internet.

In ottemperanza ai principi di correttezza, legittimità e chiarezza, ai fini di dare effettiva tutela alla Sua riservatezza, ai sensi dell´art. 13, comma 1, del "Codice in materia di protezione dei dati personali", ed in relazione ai dati personali da Lei inviati, Le forniamo le seguenti informazioni.

1. Dati oggetto di trattamento: i dati personali oggetto di trattamento sono quelli indicati nel modulo da Lei compilato nella pagina web di registrazione. Si tratta di dati personali facoltativamente conferiti in occasione della interazione di cui si intende essere parte. I dati oggetto di trattamento sono generalmente di natura comune. Nell´eventualità in cui l´interessato dovesse facoltativamente segnalare dati di natura sensibile (mai richiesti) si segnala che i suddetti dati saranno trattati nel rispetto delle particolari cautele definite dal codice privacy (d.lgs 196/03).

2. Finalità del trattamento: il trattamento dei dati personali da Lei liberamente forniti persegue le finalità funzionali all´organizzazione, gestione e partecipazione all´attività e ai servizi offerti di cui intende usufruire, ivi incluse le comunicazioni che si rendessero necessarie al fine di fornirle informazioni riguardanti le modalità di partecipazione. I dati saranno trattati per dare esecuzione a obblighi contrattuali o per adempiere a Sue specifiche richieste. I dati potranno essere archiviati al fine di mantenere i riferimenti e per garantire una adeguata efficienza in caso di eventuali contatti successivi o reclami. I dati personali conferiti potranno essere trattati per la gestione di eventuali contenziosi e per adempiere agli obblighi previsti da leggi, regolamenti o normative comunitarie, nonché da disposizioni delle autorità competenti.


3. Modalità del trattamento: il trattamento sarà svolto con strumenti elettronici e manuali da parte di personale e collaboratori appositamente incaricati in modo da garantire la loro sicurezza e riservatezza. Alcuni trattamenti potranno essere gestiti anche da soggetti terzi, con sede in Italia e/o all´estero, ai quali la nostra società affida talune attività, integralmente o in parte, funzionali alla fornitura dei servizi sopra citati. I soggetti terzi, designati quali responsabili esterni del trattamento, ricevono opportune istruzioni per garantire la riservatezza dei dati e la loro sicurezza. I soggetti terzi sopra citati sono inclusi principalmente nelle seguenti categorie: Società e studi di consulenza in materia di marketing, fornitori di servizi tecnologici, ecc... (l´elenco è disponibile presso i nostri uffici). E´ esclusa la cessione a terzi per finalità diverse ed i dati personali raccolti non saranno diffusi. Il trattamento avrà una durata non superiore a quella necessaria alle finalità per i quali i dati sono stati raccolti sempre in ottemperanza agli obblighi di natura civilistica, fiscale e tributaria vigenti.


4. Facoltatività del conferimento dei dati: il rilascio dei dati è facoltativo. Un eventuale mancato conferimento dei dati provocherà l´impossibilità di usufruire in tutto o in parte di quanto richiesto.

5. Titolare: Titolare del trattamento è la Ditta Tic Web Tv con sede in Piazza Mascagni n. 9 ad Ivrea (TO) CAP 10015


6. Diritti: lei ha diritto di accedere in ogni momento ai dati che la riguardano e di esercitare gli altri diritti previsti dall´art. 7 del Dlgs 196/2003 (in calce). Allo stesso modo può chiedere l´origine dei dati, la correzione, l´aggiornamento o l´integrazione dei dati inesatti o incompleti, ovvero la cancellazione o il blocco per quelli trattati in violazione di legge, o ancora opporsi al loro utilizzo per motivi legittimi da evidenziare nella richiesta. L´interessato può esercitare tali diritti, nonché richiedere ogni ulteriore informazione nel merito del trattamento svolto, scrivendo al Responsabile interno presso la nostra sede o a: redazione@ticweb.it


OPZIONE ISCRIZIONE NEWSLETTER

Oltre a quanto sopra esposto, previa Sua esplicita richiesta e manifestazione di libero e facoltativo consenso, la Ditta Tic Web Tv, fino alla revoca dello stesso, perseguirà il fine di inviarle informazioni commerciali a mezzo dell´indirizzo e-mail da Lei indicato. Lei potrà revocare il consenso fornito per tali finalità in qualsiasi momento contattando il titolare o il responsabile indicato. Il consenso per il trattamento e la finalità di cui al presente punto non è obbligatorio. A seguito di un eventuale diniego i Suoi dati saranno unicamente trattati per le sole finalità indicate nella scheda informativa.


Art. 7 d.lgs 196/03
Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti

1. L´interessato ha diritto di ottenere la conferma dell´esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L´interessato ha diritto di ottenere l´indicazione:
a) dell´origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell´art. 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L´interessato ha diritto di ottenere:
a) l´aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l´integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l´attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestatamene sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4. L´interessato ha diritto ad opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano ai fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
Informativa privacy aggiornata il 12/07/2023 08:31
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
generic image refresh

cookie