01 Febbraio 2023
News
percorso: Home > News > ATTUALITA´

Una sentenza limita il circuito di Lombardore. Appassionati sul piede di guerra.

10-06-2014 02:16 - ATTUALITA´
In foto il cancello chiuso del circuito
Lombardore (TO), Redazione. Riceviamo e pubblichiamo. Da Leonardo Repetto. Una sentenza limita le attività dell´Autodromo di Lombardore. Migliaia di appassionati restano senza uno spazio nel quale vivere la loro passione in sicurezza. E´ letteralmente piovuta nei giorni scorsi una sentenza sull´Autodromo di Lombardore con la quale il giudice ne limita le attività. Si tratta di una presa di posizione generica, dalla quale ancora non si capisce bene che cosa si potrà fare e che cosa no all´interno dell´impianto. Quasi di certo, però, in quello spazio, almeno per ora, non potranno svolgersi turni di prove libere in pista. A fronte del pagamento di una cifra contenuta, nell´ordine dei 15/18 euro si poteva entrare in circuito con la propria macchina o con la propria moto compiendo giri veloci in tutta sicurezza. Uno sfogo per appassionati utile anche ad acquisire nozioni importanti su come gestire il proprio mezzo in caso di emergenza. Era di certo l´attività preferita dagli appassionati, il core business dell´azienda. Il rischio che altri posti di lavoro vadano in fumo con questo provvedimento è alto, e di certo il contraccolpo di questa situazione lo avvertiranno anche le aziende che da anni lavorano sull´indotto del circuito. "La mia azienda, afferma Ezio Rosboch, titolare di Rosmoto, ha sede a tre chilometri dal circuito. Noi prepariamo moto da pista. Senza la possibilità di fare turni di prove libere subiamo un grave danno aziendale in un momento già difficile.". E come lui tanti altri. Alla base della sentenza un problema annoso. Quello del rumore. Lo sforamento dei limiti acustici già in passato aveva portato a tante contromisure. Riduzione degli orari di apertura, tassativa applicazione di silenziatori alle moto ed alle macchine. Insomma, nonostante la buona volontà, non si è arrivati ad una soluzione. Gli aventi diritto in causa sono i proprietari di 4 case poste proprio al confine con i terreni del circuito. Lamentano il fastidio legato al rumore che le moto e le macchine generano percorrendo a tutta velocità quel lembo di asfalto lungo poco più di un chilometro. Per il territorio e per gli appassionati però rappresenta l´unico Autodromo tra il Piemonte, la Liguria e la Valle d´Aosta. L´unico risicato spazio nel quale correre in sicurezza senza mettere a repentaglio la propria incolumità e quella degli altri. "Senza questo sfogo ci restano solo le strade", afferma un appassionato di fronte al cancello chiuso definendo con poche semplici parole che cosa vuol dire la chiusura dell´impianto. "L´appassionato strutturato, con attrezzatura e soldi a disposizione, moto solo per la pista e carrellino a seguito, magari si sposta in Lombardia, ben sapendo che per recarsi in un Autodromo affronterà un viaggio, tra andata e ritorno, di poco meno di 400 chilometri. Ma una parte degli utenti della pista (e sono oltre mille) di certo si limiterà a mettere tuta, guanti e stivali per farsi un giro sulle strade di montagna, con tutti i rischi che ne conseguono". La strada che collega Lanzo a Viù è costantemente teatro di gravi incidenti. Nell´ultimo week end, guardando in Canavese, sono tanti i morti in moto. Spesso la causa è l´alta velocità, dettata da chi fa fatica a contenere la propria passione e finisce per pagarla cara. Un prezzo che in pista non si paga quasi mai. E che soprattutto non si fa pagare a chi non c´entra nulla. "Noi, afferma Mino Potenza (uno dei titolari del circuito), siamo esterefatti. Non ci aspettavamo una sentenza di questo tipo, anche in funzione delle tante iniziative che avevamo avviato per il contenimento della rumorosità ed anche per la promozione di una fruizione diversa del circuito, come per esempio le mostre scambio. Bisogna rendersi conto che i circuiti come il nostro, nel quale si svolgono anche corsi di guida, assolvono una funzione di pubblica utilità. E proprio lavorando in questa direzione stiamo pensando ad una ristrutturazione aziendale per trovare una parola diversa da "fine". Non ci si può limitare a chiudere una attività, aperta lecitamente e con tutte le autorizzazioni, in base a tecnicismi senza chiedersi veramente che cosa voglia dire per gli appassionati e per il territorio. Lo ritengo un sopruso. Si parla dei diritti delle persone che subiscono il fastidio del rumore ma dei diritti di chi ha la passione per i motori nel sangue non si parla mai. Non è giusto. Sono davvero 4 contro mille. Proprio per questo stiamo valutando di organizzare delle manifestazioni per far sentire la nostra voce. Non possiamo lasciare che lo sconfinamento del rumore di 3 decibel in un giardino, perché di questo si parla, cancelli una realtà come la nostra, unica in tre regioni e dedicata a tutti gli appassionati".

-
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo E-mail per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Informativa generica ai sensi dell´art. 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali per raccolta dati tramite internet.

In ottemperanza ai principi di correttezza, legittimità e chiarezza, ai fini di dare effettiva tutela alla Sua riservatezza, ai sensi dell´art. 13, comma 1, del "Codice in materia di protezione dei dati personali", ed in relazione ai dati personali da Lei inviati, Le forniamo le seguenti informazioni.

1. Dati oggetto di trattamento: i dati personali oggetto di trattamento sono quelli indicati nel modulo da Lei compilato nella pagina web di registrazione. Si tratta di dati personali facoltativamente conferiti in occasione della interazione di cui si intende essere parte. I dati oggetto di trattamento sono generalmente di natura comune. Nell´eventualità in cui l´interessato dovesse facoltativamente segnalare dati di natura sensibile (mai richiesti) si segnala che i suddetti dati saranno trattati nel rispetto delle particolari cautele definite dal codice privacy (d.lgs 196/03).

2. Finalità del trattamento: il trattamento dei dati personali da Lei liberamente forniti persegue le finalità funzionali all´organizzazione, gestione e partecipazione all´attività e ai servizi offerti di cui intende usufruire, ivi incluse le comunicazioni che si rendessero necessarie al fine di fornirle informazioni riguardanti le modalità di partecipazione. I dati saranno trattati per dare esecuzione a obblighi contrattuali o per adempiere a Sue specifiche richieste. I dati potranno essere archiviati al fine di mantenere i riferimenti e per garantire una adeguata efficienza in caso di eventuali contatti successivi o reclami. I dati personali conferiti potranno essere trattati per la gestione di eventuali contenziosi e per adempiere agli obblighi previsti da leggi, regolamenti o normative comunitarie, nonché da disposizioni delle autorità competenti.


3. Modalità del trattamento: il trattamento sarà svolto con strumenti elettronici e manuali da parte di personale e collaboratori appositamente incaricati in modo da garantire la loro sicurezza e riservatezza. Alcuni trattamenti potranno essere gestiti anche da soggetti terzi, con sede in Italia e/o all´estero, ai quali la nostra società affida talune attività, integralmente o in parte, funzionali alla fornitura dei servizi sopra citati. I soggetti terzi, designati quali responsabili esterni del trattamento, ricevono opportune istruzioni per garantire la riservatezza dei dati e la loro sicurezza. I soggetti terzi sopra citati sono inclusi principalmente nelle seguenti categorie: Società e studi di consulenza in materia di marketing, fornitori di servizi tecnologici, ecc... (l´elenco è disponibile presso i nostri uffici). E´ esclusa la cessione a terzi per finalità diverse ed i dati personali raccolti non saranno diffusi. Il trattamento avrà una durata non superiore a quella necessaria alle finalità per i quali i dati sono stati raccolti sempre in ottemperanza agli obblighi di natura civilistica, fiscale e tributaria vigenti.


4. Facoltatività del conferimento dei dati: il rilascio dei dati è facoltativo. Un eventuale mancato conferimento dei dati provocherà l´impossibilità di usufruire in tutto o in parte di quanto richiesto.

5. Titolare: Titolare del trattamento è la Ditta Tic Web Tv con sede in Piazza Mascagni n. 9 ad Ivrea (TO) CAP 10015


6. Diritti: lei ha diritto di accedere in ogni momento ai dati che la riguardano e di esercitare gli altri diritti previsti dall´art. 7 del Dlgs 196/2003 (in calce). Allo stesso modo può chiedere l´origine dei dati, la correzione, l´aggiornamento o l´integrazione dei dati inesatti o incompleti, ovvero la cancellazione o il blocco per quelli trattati in violazione di legge, o ancora opporsi al loro utilizzo per motivi legittimi da evidenziare nella richiesta. L´interessato può esercitare tali diritti, nonché richiedere ogni ulteriore informazione nel merito del trattamento svolto, scrivendo al Responsabile interno presso la nostra sede o a: redazione@ticweb.it


OPZIONE ISCRIZIONE NEWSLETTER

Oltre a quanto sopra esposto, previa Sua esplicita richiesta e manifestazione di libero e facoltativo consenso, la Ditta Tic Web Tv, fino alla revoca dello stesso, perseguirà il fine di inviarle informazioni commerciali a mezzo dell´indirizzo e-mail da Lei indicato. Lei potrà revocare il consenso fornito per tali finalità in qualsiasi momento contattando il titolare o il responsabile indicato. Il consenso per il trattamento e la finalità di cui al presente punto non è obbligatorio. A seguito di un eventuale diniego i Suoi dati saranno unicamente trattati per le sole finalità indicate nella scheda informativa.


Art. 7 d.lgs 196/03
Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti

1. L´interessato ha diritto di ottenere la conferma dell´esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L´interessato ha diritto di ottenere l´indicazione:
a) dell´origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell´art. 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L´interessato ha diritto di ottenere:
a) l´aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l´integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l´attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestatamene sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4. L´interessato ha diritto ad opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano ai fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
generic image refresh


cookie