06 Febbraio 2023
News

Vale di Più la città, o il presidente della Fondazione Guelpa?

17-10-2016 17:07 - COMUNICATI STAMPA
Ivrea - Comunicato stampa, riceviamo e pubblichiamo, di Viviamo Ivrea. A Ivrea stiamo assistendo all´ennesimo teatrino tragicomico, dopo quelli già visti in occasione del fallimento del CIC e per la Centrale idroelettrica del Crist, solo per citarne un paio di maggiore rilievo. Passaggi recenti nei quali il Sindaco Carlo Della Pepa aveva già ben chiaro di non avere più una maggioranza sicura, eppure in conseguenza a quei fatti drammatici nulla accadde. La domanda che in molti si pongono oggi è: "Se il Sindaco non si è dimesso per problemi di quella gravità, perché le dimissioni ora? Solo per difendere il Presidente della Fondazione Guelpa, personaggio ormai inviso a tutti o per lo meno alla maggioranza dei consiglieri comunali? Davvero il parere della maggioranza del Consiglio vale meno della presidenza della Fondazione?". Già, perché un tale strappo? Nessuno riesce a capirlo fino in fondo.
Dalla serata di lunedì 10 ottobre nella quale il Consiglio Comunale ha approvato, con i voti determinanti di tre esponenti della maggioranza, una mozione presentata dai consiglieri di minoranza che impegnava il Sindaco a revocare la fiducia al Presidente della Fondazione Guelpa Jalla, in seguito alla quale il primo cittadino eporediese ha rassegnato le sue dimissioni, si sono susseguite una serie di notizie e dichiarazioni che tendono a sviare l´attenzione dal vero fine della mozione stessa.
La mozione è stata approvata a larga maggioranza (9-5) con l´astensione di un consigliere di maggioranza e il capogruppo PD che non ha partecipato alla votazione. Più volte è stato rimarcato dai banchi della minoranza che questo documento non avesse altri fini se non quello di decretare formalmente una lacerazione insanabile tra il Consiglio Comunale ed il Presidente della Fondazione Guelpa. Nessuno ha esplicitamente o implicitamente suggerito eventuali dimissioni al Sindaco, che di sua totale iniziativa e solo dopo alcune ore dalla votazione, a fine Consiglio verso l´1 e 30 di notte, ha annunciato nella sorpresa generale che non avrebbe dato seguito a quanto richiesto dal Consiglio Comunale, ovvero sfiduciare Jalla, mentre dichiarava imminenti le sue dimissioni, formalmente depositate nella mattinata di mercoledì 12 ottobre.
Dal nostro punto di vista la decisione del Sindaco è quantomeno singolare perché si dimette, aprendo una crisi politica in città, pur di non sfiduciare una persona rivelatasi inadeguata al compito affidatogli secondo quanto espresso dalla maggioranza del suo Consiglio Comunale. L´altro aspetto altrettanto opaco ed inquietante di questa vicenda è perché il Presidente Jalla non abbia deciso lui stesso di fare un passo indietro anziché mettere in una posizione così fragile il Sindaco, e con esso la Città intera, rimasto l´unico, o quasi, a tenerne le parti.
È poi quanto meno singolare anche la dichiarazione del Sindaco Della Pepa all´atto delle sue dimissioni, quando paventa, in caso di sfiducia al Presidente Jalla, la paralisi gestionale dell´ente da lui presieduto: affermazione incomprensibile dal momento che il C.d.A. della Guelpa non è stato sfiduciato dal Consiglio Comunale e c´è una vicepresidente in carica pronta a sostituirlo. Nel frattempo la Fondazione potrebbe operare in ordinaria amministrazione ed il Sindaco avrebbe potuto nominare in pochi giorni un nuovo presidente.
A questa mozione si è invece voluto dare una forte valenza politica, forzando uno strappo istituzionale che non era necessario. Se questo non bastasse, a dimissioni da poco consegnate è già iniziato il minuetto del: va a fondo della sua decisione o ci ripensa? Con questa mossa il Sindaco di certo non ha fatto il bene di una Città che già sconta pesantemente tutta una serie di problemi irrisolti grazie all´inerzia e all´immobilismo del suo esecutivo. Un bene comune che non è più perseguibile nei fatti, sia nel caso in cui le dimissioni verranno confermate, aprendo così una formale crisi politica con l´arrivo di un commissario prefettizio ed imminenti elezioni, sia nel caso in cui dovesse tornare sui suoi passi, perché oltre ai venti giorni di attesa nel limbo si dovranno patire diciotto mesi di ulteriore tensione interna al partito di maggioranza, dove da tempo è iniziata una guerra senza quartiere per la successione, lotta che sta causando la paralisi amministrativa sotto gli occhi di tutti.

Francesco Comotto - ViviamoIvrea

-
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo E-mail per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Informativa generica ai sensi dell´art. 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali per raccolta dati tramite internet.

In ottemperanza ai principi di correttezza, legittimità e chiarezza, ai fini di dare effettiva tutela alla Sua riservatezza, ai sensi dell´art. 13, comma 1, del "Codice in materia di protezione dei dati personali", ed in relazione ai dati personali da Lei inviati, Le forniamo le seguenti informazioni.

1. Dati oggetto di trattamento: i dati personali oggetto di trattamento sono quelli indicati nel modulo da Lei compilato nella pagina web di registrazione. Si tratta di dati personali facoltativamente conferiti in occasione della interazione di cui si intende essere parte. I dati oggetto di trattamento sono generalmente di natura comune. Nell´eventualità in cui l´interessato dovesse facoltativamente segnalare dati di natura sensibile (mai richiesti) si segnala che i suddetti dati saranno trattati nel rispetto delle particolari cautele definite dal codice privacy (d.lgs 196/03).

2. Finalità del trattamento: il trattamento dei dati personali da Lei liberamente forniti persegue le finalità funzionali all´organizzazione, gestione e partecipazione all´attività e ai servizi offerti di cui intende usufruire, ivi incluse le comunicazioni che si rendessero necessarie al fine di fornirle informazioni riguardanti le modalità di partecipazione. I dati saranno trattati per dare esecuzione a obblighi contrattuali o per adempiere a Sue specifiche richieste. I dati potranno essere archiviati al fine di mantenere i riferimenti e per garantire una adeguata efficienza in caso di eventuali contatti successivi o reclami. I dati personali conferiti potranno essere trattati per la gestione di eventuali contenziosi e per adempiere agli obblighi previsti da leggi, regolamenti o normative comunitarie, nonché da disposizioni delle autorità competenti.


3. Modalità del trattamento: il trattamento sarà svolto con strumenti elettronici e manuali da parte di personale e collaboratori appositamente incaricati in modo da garantire la loro sicurezza e riservatezza. Alcuni trattamenti potranno essere gestiti anche da soggetti terzi, con sede in Italia e/o all´estero, ai quali la nostra società affida talune attività, integralmente o in parte, funzionali alla fornitura dei servizi sopra citati. I soggetti terzi, designati quali responsabili esterni del trattamento, ricevono opportune istruzioni per garantire la riservatezza dei dati e la loro sicurezza. I soggetti terzi sopra citati sono inclusi principalmente nelle seguenti categorie: Società e studi di consulenza in materia di marketing, fornitori di servizi tecnologici, ecc... (l´elenco è disponibile presso i nostri uffici). E´ esclusa la cessione a terzi per finalità diverse ed i dati personali raccolti non saranno diffusi. Il trattamento avrà una durata non superiore a quella necessaria alle finalità per i quali i dati sono stati raccolti sempre in ottemperanza agli obblighi di natura civilistica, fiscale e tributaria vigenti.


4. Facoltatività del conferimento dei dati: il rilascio dei dati è facoltativo. Un eventuale mancato conferimento dei dati provocherà l´impossibilità di usufruire in tutto o in parte di quanto richiesto.

5. Titolare: Titolare del trattamento è la Ditta Tic Web Tv con sede in Piazza Mascagni n. 9 ad Ivrea (TO) CAP 10015


6. Diritti: lei ha diritto di accedere in ogni momento ai dati che la riguardano e di esercitare gli altri diritti previsti dall´art. 7 del Dlgs 196/2003 (in calce). Allo stesso modo può chiedere l´origine dei dati, la correzione, l´aggiornamento o l´integrazione dei dati inesatti o incompleti, ovvero la cancellazione o il blocco per quelli trattati in violazione di legge, o ancora opporsi al loro utilizzo per motivi legittimi da evidenziare nella richiesta. L´interessato può esercitare tali diritti, nonché richiedere ogni ulteriore informazione nel merito del trattamento svolto, scrivendo al Responsabile interno presso la nostra sede o a: redazione@ticweb.it


OPZIONE ISCRIZIONE NEWSLETTER

Oltre a quanto sopra esposto, previa Sua esplicita richiesta e manifestazione di libero e facoltativo consenso, la Ditta Tic Web Tv, fino alla revoca dello stesso, perseguirà il fine di inviarle informazioni commerciali a mezzo dell´indirizzo e-mail da Lei indicato. Lei potrà revocare il consenso fornito per tali finalità in qualsiasi momento contattando il titolare o il responsabile indicato. Il consenso per il trattamento e la finalità di cui al presente punto non è obbligatorio. A seguito di un eventuale diniego i Suoi dati saranno unicamente trattati per le sole finalità indicate nella scheda informativa.


Art. 7 d.lgs 196/03
Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti

1. L´interessato ha diritto di ottenere la conferma dell´esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L´interessato ha diritto di ottenere l´indicazione:
a) dell´origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell´art. 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L´interessato ha diritto di ottenere:
a) l´aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l´integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l´attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestatamene sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4. L´interessato ha diritto ad opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano ai fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
generic image refresh


cookie