21 Aprile 2024
News
percorso: Home > News > ATTUALITA´

"Vincent Lambert: una vita sospesa", nelle parole della canavesana Monica Ramazzina

13-07-2019 20:44 - ATTUALITA´
Ivrea (TO), di Désirée Gabella. E' di pochi giorni fa la notizia della scomparsa di Vincent Lambert, l'uomo tetraplegico, di 42 anni, che da oltre 10, in seguito ad un incidente, viveva in stato vegetativo. La sua vicenda aveva fatto molto discutere, poiché portava nuovamente alla luce una questione che tutt'ora divide: l'eutanasia. La sua storia è stata raccontata in un libro dalla moglie, e, in Canavese, è stato tradotto dalla scrittrice e professoressa, Monica Ramazzina, in un volume dal titolo "Vincent, una vita sospesa", pubblicato da "Atene del Canavese". Non solo un libro, ma una vera e propria testimonianza, che Monica non si è occupata solamente di tradurre dal francese all'italiano, ma si è appassionata della vicenda, l'ha fatta propria, come se Vincent Lambert fosse non solo più "il caso", di cui tutto il mondo stava parlando, ma un amico, da comprendere, senza mai giudicare. Nelle parole di Monica anche l'emozione per l'epilogo della vicenda, per questo ne affidiamo il racconto al suo pensiero. "Amore mio,
Sono trascorsi sette anni da quando ci siamo sposati, e qualcuno in più da quando ci amiamo. Mi domando che ne sarebbe stato di noi due se tu fossi rimasto accanto a me. Può darsi che la vita ci avrebbe riservato momenti difficili, momenti di stanchezza… Ma di una cosa sono sicura, l'amore che ci ha uniti sarebbe rimasto, quello stesso amore che ancora oggi vive e cresce di giorno in giorno grazie a nostra figlia…", inizia così, il 14 aprile 2014, il libro-testimonianza voluto da Rachel Lambert per raccontare la vicenda di suo marito Vincent. "Una vicenda toccante che parte da quando si sono conosciuti e innamorati, poi sposati e divenuti genitori di una bimba - ha raccontato Monica - A pochi mesi dalla nascita della sua principessa, come amava chiamarla lui, Vincent Lambert è vittima di un incidente in motocicletta mentre si recava al lavoro: era il 2008 e da allora la sua vita e quella delle molte persone che gli volevano bene è stata stravolta. Un'altalena di emozioni, di speranze disattese, di battaglie, di pura sofferenza". Come è venuta a conoscenza della vicenda? "Sono venuta a conoscenza di questa triste vicenda nel 2014, per puro caso, mentre ero in vacanza in Provenza ed ero entrata in una biblioteca per curiosare. Mi aveva colpito la prima di copertina del libro che ritraeva due giovani nel giorno del loro matrimonio, oltre che il titolo: Vincent, parce qui je l'aime je veux le laisser partir (poiché lo amo voglio lasciarlo andare)". Come ha deciso di approfondire la questione? "Da quel giorno, tutti i giorni, per una settimana, ho frequentato la biblioteca leggendo il libro per intero che non potevo avere in prestito, e da allora mi sono appassionata di questa triste storia fino a volerla tradurre in italiano, con Atene del Canavese. E' nato così, circa un anno e mezzo dopo, Vincent, una vita sospesa, che sospesa ora non lo è più". Cosa ha rappresentato e rappresenta il libro scritto da Rachel? "E' un concentrato di emozioni, anche laddove si parla della vicenda giuridica, e questa ci fa capire quanta sofferenza e quali combattimenti interiori ha dovuto affrontare questa donna per portare avanti l'idea del marito di non voler vivere in una situazione del genere. Entrambi, infatti, erano infermieri, dunque a costante contatto con la malattia e la sofferenza. Vincent, in particolare, aveva lavorato nel reparto di psichiatria per lungo tempo e aveva confidato più volte alla futura moglie che mai avrebbe voluto vivere in una situazione che toglieva ogni tipo di dignità alla persona". Si è parlato tanto di testamento biologico... "Vincent, data la giovane età, non aveva mai pensato di dichiarare per iscritto le sue volontà, in base a una legge francese, la legge Leonetti, e quindi, in mancanza di un testamento biologico, l'uomo è stato per 11 anni sospeso in questa tragica situazione. La famiglia di Vincent, cattolica praticante e fervente, aveva sempre dichiarato il figlio un disabile e non un malato terminale a cui togliere le cure e da ciò ne era nata una lunga “guerra” tra i genitori e la moglie, che invece ha combattuto fino alla fine per dare corso alle volontà di suo marito". Di questa vicenda si è parlato molto, cosa ne pensa? "Tante cose si sono dette su questa vicenda, anche cose profondamente scorrette: si è parlato di eutanasia praticata a Vincent, anche se non è vero. A Lambert non è stata praticata un'iniezione letale, ma è stato praticato un protocollo ben preciso: è stato sedato in modo profondo e continuo e gli sono state tolte idratazione e nutrizione che lo tenevano appeso a una vita fatta di dipendenza e di assistenza continua". Ha, invece, un suo giudizio personale su questa storia? "Difficile dare un giudizio, soprattutto quando non si è coinvolti dal punto di vista dei sentimenti ma, al di là dell'opinione personale di ciascuno, credo che questo sia il momento del silenzio e del rispetto per tutti coloro che a Vincent hanno voluto bene: quelli che avrebbero voluto averlo ancora con sé , forse egoisticamente ma comprensibilmente da un punto di vista umano, e quelli che hanno voluto lasciarlo partire". Quale insegnamento si può trarre da questa storia? "La vicenda Lambert dovrebbe essere un'opportunità per riflettere su una situazione che potrebbe capitare a chiunque e, proprio per questo, dovrebbe mettere tutti nella condizione di operare scelte il più possibile consapevoli. Questo significa essere a conoscenza delle leggi che vengono applicate in Italia a proposito del fine vita, significa avere una coscienza civica e significa, soprattutto, sollevare chi ci circonda da scelte che sono comunque dolorose, ma che lo diventano ancor più nel momento in cui non conosciamo le volontà di chi ci sta accanto". Cosa si sente ancora di aggiungere? "Buon viaggio, Vincent".

-
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Informativa generica ai sensi dell´art. 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali per raccolta dati tramite internet.

In ottemperanza ai principi di correttezza, legittimità e chiarezza, ai fini di dare effettiva tutela alla Sua riservatezza, ai sensi dell´art. 13, comma 1, del "Codice in materia di protezione dei dati personali", ed in relazione ai dati personali da Lei inviati, Le forniamo le seguenti informazioni.

1. Dati oggetto di trattamento: i dati personali oggetto di trattamento sono quelli indicati nel modulo da Lei compilato nella pagina web di registrazione. Si tratta di dati personali facoltativamente conferiti in occasione della interazione di cui si intende essere parte. I dati oggetto di trattamento sono generalmente di natura comune. Nell´eventualità in cui l´interessato dovesse facoltativamente segnalare dati di natura sensibile (mai richiesti) si segnala che i suddetti dati saranno trattati nel rispetto delle particolari cautele definite dal codice privacy (d.lgs 196/03).

2. Finalità del trattamento: il trattamento dei dati personali da Lei liberamente forniti persegue le finalità funzionali all´organizzazione, gestione e partecipazione all´attività e ai servizi offerti di cui intende usufruire, ivi incluse le comunicazioni che si rendessero necessarie al fine di fornirle informazioni riguardanti le modalità di partecipazione. I dati saranno trattati per dare esecuzione a obblighi contrattuali o per adempiere a Sue specifiche richieste. I dati potranno essere archiviati al fine di mantenere i riferimenti e per garantire una adeguata efficienza in caso di eventuali contatti successivi o reclami. I dati personali conferiti potranno essere trattati per la gestione di eventuali contenziosi e per adempiere agli obblighi previsti da leggi, regolamenti o normative comunitarie, nonché da disposizioni delle autorità competenti.


3. Modalità del trattamento: il trattamento sarà svolto con strumenti elettronici e manuali da parte di personale e collaboratori appositamente incaricati in modo da garantire la loro sicurezza e riservatezza. Alcuni trattamenti potranno essere gestiti anche da soggetti terzi, con sede in Italia e/o all´estero, ai quali la nostra società affida talune attività, integralmente o in parte, funzionali alla fornitura dei servizi sopra citati. I soggetti terzi, designati quali responsabili esterni del trattamento, ricevono opportune istruzioni per garantire la riservatezza dei dati e la loro sicurezza. I soggetti terzi sopra citati sono inclusi principalmente nelle seguenti categorie: Società e studi di consulenza in materia di marketing, fornitori di servizi tecnologici, ecc... (l´elenco è disponibile presso i nostri uffici). E´ esclusa la cessione a terzi per finalità diverse ed i dati personali raccolti non saranno diffusi. Il trattamento avrà una durata non superiore a quella necessaria alle finalità per i quali i dati sono stati raccolti sempre in ottemperanza agli obblighi di natura civilistica, fiscale e tributaria vigenti.


4. Facoltatività del conferimento dei dati: il rilascio dei dati è facoltativo. Un eventuale mancato conferimento dei dati provocherà l´impossibilità di usufruire in tutto o in parte di quanto richiesto.

5. Titolare: Titolare del trattamento è la Ditta Tic Web Tv con sede in Piazza Mascagni n. 9 ad Ivrea (TO) CAP 10015


6. Diritti: lei ha diritto di accedere in ogni momento ai dati che la riguardano e di esercitare gli altri diritti previsti dall´art. 7 del Dlgs 196/2003 (in calce). Allo stesso modo può chiedere l´origine dei dati, la correzione, l´aggiornamento o l´integrazione dei dati inesatti o incompleti, ovvero la cancellazione o il blocco per quelli trattati in violazione di legge, o ancora opporsi al loro utilizzo per motivi legittimi da evidenziare nella richiesta. L´interessato può esercitare tali diritti, nonché richiedere ogni ulteriore informazione nel merito del trattamento svolto, scrivendo al Responsabile interno presso la nostra sede o a: redazione@ticweb.it


OPZIONE ISCRIZIONE NEWSLETTER

Oltre a quanto sopra esposto, previa Sua esplicita richiesta e manifestazione di libero e facoltativo consenso, la Ditta Tic Web Tv, fino alla revoca dello stesso, perseguirà il fine di inviarle informazioni commerciali a mezzo dell´indirizzo e-mail da Lei indicato. Lei potrà revocare il consenso fornito per tali finalità in qualsiasi momento contattando il titolare o il responsabile indicato. Il consenso per il trattamento e la finalità di cui al presente punto non è obbligatorio. A seguito di un eventuale diniego i Suoi dati saranno unicamente trattati per le sole finalità indicate nella scheda informativa.


Art. 7 d.lgs 196/03
Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti

1. L´interessato ha diritto di ottenere la conferma dell´esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L´interessato ha diritto di ottenere l´indicazione:
a) dell´origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell´art. 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L´interessato ha diritto di ottenere:
a) l´aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l´integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l´attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestatamene sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4. L´interessato ha diritto ad opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano ai fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
Informativa privacy aggiornata il 12/07/2023 08:31
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
generic image refresh

cookie